Baiana Avventure

VIAGGIO IN MYANMAR

Durata Viaggio

12 GIORNI 10 NOTTI

Date Disponibili

25 GENNAIO 2020
PROGRAMMA 12 giorni / 10 notti
dal 25 gennaio al 7 febbraio 2020
Itinerario: Yangon, Loikaw, Sagar, Lago Inle, Mandalay, Amarapura, Mingun, Bagan, Kyaikthyio, Bago, Yangon

Richiedi maggiori informazioni sul viaggio!

Riempi il form e un nostro operatore si mettera' in contatto con te. Per ogni informazione telefona al + 39/055/242025
La quota include:
- Volo intercontinentale in classe economica
- Stanza doppia con colazione in hotel 4/5*
- Pasti come indicato nel programma (pensione completa)
- Guida locale parlante italiano per tutto il tour
- Attivita’ e visite cosi’ come indicati nel programma, incluso gli ingressi ai monumenti e alle aree naturali (escluse tasse per macchine fotografiche / video ecc)
- Tre voli aerei interni inclusivi di tasse locali e facchinaggio negli aereoporti locali (NB sui voli interni il peso max del bagaglio in stiva consentito e’ di 20 kg e per il bagaglio a mano 7 kg)
- Trasferimenti a terra in veicoli con aria condizionata e autista nei giorni di tour
- Barca a motore privata sul lago Inle come indicato nel programma
- Battello per Mingun a/r
- late check out in hotel

Prezzo

2950 EUR IN CAMERA DOPPIA
490 EUR SUPP. SINGOLA
90 EUR QUOTA DI ISCRIZIONE

Servizi non inclusi

TASSE AEROPORTUALI

25 GENNAIO - partenza dall’ Italia

 

26  GENNAIO – YANGON

La grande pagoda Shwedagon è chiamata anche "la montagna d’oro",  di quasi 100 m d'altezza, coperta da 2 tonnellate d’oro, si erge su un colle di 60 m. visibile da tutta la città, e l’ombrello alla sua sommità è ricoperto da migliaia di pietre preziose. Nel 1920 Somerset Maugham la descriveva così: "La Shwedagon si erge superba, luccicante nel suo oro, come una improvvisa speranza nella notte scura dell' anima". 

Arrivo all'aeroporto internazionale di Yangon- trasferimento in hotel, cena e pernottamento. 

 

27  GENNAIO – YANGON -  LOIKAW (incontro con le etnie locali)

 

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e partenza per Loikaw.  Arrivo e trasferimento in hotel a Loikaw, capitale dello stato Kayah. Partenza per l’escursione ai villaggi di Sa Bwinn e Panpae, appartenenti all’etnia Padaung. Si potranno osservare lo stile di vita e la cultura intatta di questa popolazione, famosa per le sue donne che indossano i loro abiti tradizionali e che portano pesanti anelli di ottone intorno al collo che in questo modo si allunga innaturalmente. Pare che l’origine di questa usanza sia per proteggere le donne dagli attacchi delle tigri. Questa loro caratteristica è valsa loro l’appellativo di "donne giraffa". Nel pomeriggio rientro a Loikaw. Pranzo in ristorante locale, cena e pernottamento in hotel a Loikaw.

 28  GENNAIO - LOIKAW - SAGAR - INLE attraverso le zone remote del lago                                                          

Prima colazione e partenza con mezzo privato per Pekon. Qui ci si imbarca per la navigazione sul lago Inle per raggiungere il villaggio di Sagar, 64 chilometri a sud di Nyaung Shwe, che un tempo fu la capitale del regno Shan. Visita delle antiche pagode, vecchie di 700 anni. Il sito, di recente scoperta, è molto suggestivo e si raggiunge attraversando paesaggi superbi.  Nei dintorni vi sono numerosi villaggi abitati dalle minoranze Pa O e Intha. Pranzo in ristorante locale, cena e pernottamento in hotel.

 

29 GENNAIO – IL LAGO INLE  E LE TRIBU’ INTHA

Il lago Inle  è uno specchio d’acqua poco profondo, di una ventina di chilometri di lunghezza e una decina nel suo punto piu largo. È limpido, e di particolare suggestione a causa di diversi fattori ambientali, la serenità della gente e  la soavità dei panorami. In questo luogo eccezionale gli 80.000 abitanti dell’etnia degli Intha che vuol dire “Figli dell’Acqua”, vivono, lavorano, studiano, pregano: tutto sull’acqua!

Prima colazione. Mattina partenza in motolancia a motore per la visita del grande lago con pranzo in ristorante locale. Il Lago Inle con una superficie di 116 Kmq. è il secondo lago per estensione del Myanmar, si trova su di un altipiano ad una altitudine di circa 884 m s.l.m. Sulle acque  del lago, gli Intha vivono in case su palafitte esercitando la loro attività di coltivazione su orti galleggianti e di pesca con nasse (trappole coniche) e reti stando in piedi sulle fragili imbarcazioni e remando con una  gamba in modo davvero singolare. Il  lago è molto pittoresco.  Si osservano i pescatori, i famosi orti e giardini galleggianti, i villaggi sulla sponda, il monastero detto "dei gatti che saltano", e la grande pagoda dorata Phaung Daw Oo Kyaung. Cena e pernottamento in hotel.

 

30 GENNAIO – INLE INTHEIN – HEHO - MANDALAY 

Prima colazione. Mattina partenza in motolance per la visita delle splendide colline di Inthein, in braccio secondaria del lago. Qui si trovano più di mille pagode risalenti al XIII secolo che circondano un antico monastero. Si ritorna al pontile attraversando una foresta di alti bambù. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio, partenza per aeroporto di Heho e breve volo per Mandalay. Arrivo e trasferimento in hotel. Cena e pernottamento.

 

31 GENNAIO – MANDALAY – AMARAPURA – MINGUN (escursione in barca)

Dopo la prima colazione inizieremo subito la visita dell'affascinante Amarapura, antica capitale, il monastero Mahagandayon dove si può assistere al silenzioso pasto comunitario di circa mille monaci, il ponte U Bein, il più lungo ponte tutto in tek del mondo su cui passeggiare. Quindi si ammira, da punto panoramico, il magnifico panorama delle colline di Sagaing, costellate di templi e pagode. Proseguiremo per il quartiere dove lavorano il marmo, dove visiteremo  l'importante pagoda Mahamuni con la grande statua del Buddha seduto proveniente dall'Arakhan, ricoperta di sfoglie d'oro votive. Passeggiata nel mercatino variopinto.  Proseguimento per Mandalay. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio, trasferimento al molo e partenza per escursione in barca locale a Mingun, antica città reale. Lungo le rive del fiume potremo osservare  panorami e scene della vita fluviale. Visita alla zona archeologica di Mingun che include l’immensa pagoda incompiuta, la campana più grande del mondo, dal peso di  90 tonnellate, e la pagoda Mya Thein Tan, costruita nel 1816 dal principe Bagydaw successore al trono Bodawpaya la struttura è dedicata alla sua prima moglie la principessa Hsinbyme (che si traduce in ‘white Elephant Princess’). Lo stile architettonico che si sviluppa in sette terrazze bianche e ondulate rappresenta le sette catene montuose che circondano il monte Meru, il centro dell’universo della cosmologia buddhista. Cena in ristorante locale. Pernottamento a Mandalay.

 

 1 FEBBRAIO – MANDALAY – BAGAN

Capitale dal 1857 al 1885, è oggi un importante centro culturale, religioso e commerciale del Myanmar centrale. Qui si alternarono le capitali birmane dopo la caduta di Bagan, fino alla sua caduta durante la dominazione inglese e la fuga avventurosa dell’ultimo Re birmano in India. Varie costruzioni nella città e nei dintorni, testimoniano gli antichi splendori dell’ultimo regno birmano.

Prima colazione. Dopo la prima colazione, inizieremo il tour di questa città ricca di storia. Si potrà ammirare il monastero Shwenandaw, con splendidi intarsi di legno, meraviglioso esempio di arte tradizionale birmana, unico superstite degli edifici del Palazzo Reale andati completamente distrutti durante la seconda guerra mondiale. Quindi la Kuthodaw Paya, che fu il risultato di un grande sinodo di 2.400 monaci, chiamati da re Mindon nel 1857 per stabilire il canone definitivo del testo originale più antico dei 15 libri sacri che tramandavano gli insegnamenti del Buddha.Il testo fu scolpito in lingua pali su 729 lastre di marmo. Si è calcolato che per leggere tutto il "libro" una persona impiegherebbe almeno otto ore al giorno per 450 giorni. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio partenza con mezzo privato per Bagan (circa 4 ore). Arrivo e sistemazione in hotel. Cena e pernottamento.

 

2 FEBBRAIO  – BAGAN 

Verso la metà dell'XI secolo Bagan, sotto il re Anawrahta (1044-1077), divenne un regno unico iniziando la sua età dell'oro, dove la cultura Mon e soprattutto la sua forma di Buddhismo Theravada esercitò un'influenza dominante. Il re divenne un convinto sostenitore delle idee e delle pratiche Theravada iniziando un programma di grandi costruzioni a sostegno della nuova religione. Dal regno di Anawrahta, fino alla conquista da parte delle forze di Kublai Khan nel 1287, la zona è stata il centro vibrante di una frenetica architettura religiosa.

Prima colazione. Visita di Bagan la località più affascinante della Birmania, una delle meraviglie del mondo, definita patrimonio culturale mondiale dall'Unesco.

Sosta presso il colorato mercato tipico Nyaung-oo, visita della zona archeologica e alle pagode più importanti e  e scenografiche, come la splendida Shwezigon pagoda, il cui stupa è diventato il prototipo per tutte le altre pagode in Birmania, il tempio in stile indiano Gubyaukgyi, costruito nel 1113, adorno internamente di affreschi raffiguranti la storia di Buddha. Un’altro  dei templi più suggestivi che si visiterà è Ananda risalente al 1100, voluto dal re Kyanzittha, figlio di Anwaratha. Costruito con bianche guglie a voler simboleggiare le cime inevate delle montagne Himalayane, ospita all’interno 4 statue di Buddha in piedi, alte 9 metri. È un magnifico esempio dell’arte Mon, e presenta la struttura a croce greca. Si visiterà anche il particolare tempio Manuha. Secondo la leggenda questa pagoda venne costruita nel 1059 da Manuha, il re mon fatto prigioniero da Anawratha dopo la conquista di Thaton, per rappresentare la sua insofferenza alla reclusione. All'interno, le tre statue del Buddha seduto che guardano l'ingresso dell'edificio e quella reclinata in nirvana nel retro, schiacciate dai muri che le circondano, simboleggiano la tensione e la sofferenza sopportate da Manuha. Pranzo in ristorante locale. Pomeriggio proseguimento della visita di Bagan che includerà  anche un laboratorio della lacca, prodotto artigianale magnifico tipico di Bagan, e altri templi importanti e scenografici.tramonto da punto panoramico Cena in ristorante locale con intrattenimento. Pernottamento in hotel a Bagan.

3 FEBBRAIO - BAGAN

Prima colazione e proseguimento delle visite a Bagan con altri spettacolari templi e pagode, come il tempio di Thatbyinnyu. Il suo nome significa onnisciente, uno degli attributi del Buddha. Innalzato a metà del XII sec. da Alaungsithu raggiunge i 60 m. d’altezza ed è uno degli edifici più alti della piana da dove, prima del 1994, si poteva godere di uno dei panorami più belli. Si dice che la piccola pagoda adiacente, la Tally, sia stata costruita mettendo da parte un mattone per ogni diecimila usati.

nella costruzione di Thatbyinnyu. Visita di altri templi e pagode scenografiche. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio  si visita il villaggio di Minnanthu, dove si trovano pagode dagli importanti affreschi e fuori dai normali circuiti turistici, in un ambiente rurale di grande serenità. Cena in ristorante locale. Pernottamento.





4 FEBBRAIO – BAGAN - YANGON – KYAIKTHYIO – la Roccia d’Oro

Prima colazione. Trasferimento in aeroporto e volo per Yangon. Arrivo e proseguimento con mezzo privato per la visita di Kyaikthyio, la "Roccia d'Oro", a circa 180 km da Yangon, un monte ritenuto sacro che ha un grosso massocoperto di sfoglie d’oro situato prodigiosamente in equilibrio sul bordo di una roccia.  Sulla cima del masso è adagiata una piccola pagoda dorata che contiene una reliquia del Buddha. Prima tappa a Bago. Pranzo in ristorante locale lungo il tragitto. Arrivo a Kyaikthyio (circa 4 ore di strada da Yangon). Per salire si prendono dei camion alla base del monte Kyaikthyio, adibiti al trasporto dei pellegrini, che arrancano sulla tortuosa ascesa, per un’avventurosa salita lungo i tornanti per circa 20 minuti. Visita della Roccia d’Oro. Si vedono i pellegrini ed i monaci accampati intorno al luogo sacro e tanti turisti locali. La magia ed il misticismo pervadono l’aria insieme al fumo delle candele votive. Un’esperienza davvero unica!! Cena e pernottamento in hotel.

 

 

5 FEBBRAIO – KYAIKTHYIO – BAGO– YANGON

Prima colazione. Discesa del monte. Partenza con mezzo privato verso Yangon e sosta per la visita dell’antica capitale Bago (l'antica Pegu). Pranzo in ristorante locale a Bago. Visita del Buddha sdraiato gigante, “Shwethalyaung” lungo 55 m e alto16. Sulla via del ritorno sosteremo per una foto alla pagoda KyaikPun, con 4 Buddha giganti alti 30 m seduti schiena a schiena, e al tempio "nat" spiriti per la protezione dei guidatori. Trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

 

6 FEBBRAIO  – YANGON e partenza

Prima colazione. Tour di Yangon: venne fondata nel 1755 ed è una delle più affascinanti città asiatiche. Fino al 2006 Yangon era anche la capitale del Paese, prima che questa venisse spostata ufficialmente in una città costruita dal nulla centinaia di chilometri più a nord e in mezzo alla giungla tropicale, Naypyidaw. Rimane comunque uno dei centri commerciali più importanti. Gran parte delle esportazioni e delle importazioni passano attraverso il porto di Thilawa, il più grande e trafficato della Birmania. La città ha 6 milioni di abitanti di etnie birmane diverse che convivono pacificamente insieme a indiani e cinesi, ed è un affascinante misto di costruzioni di diversi stili: inglese del periodo vittoriano,  cinese, birmano, indiano bagnata da fiumi e con 2 laghi,  parchi  ombrosi e viali alberati dai quali svettano i pinnacoli delle numerose pagode disseminate ovunque.

Il tour include: il centro con i suoi bei palazzi coloniali, il famoso Bogyoke Market e la colorata Chinatown.

Pranzo in ristorante locale.Nel pomeriggio il gigantesco Buddha sdraiato e la pagoda Shwedagon, una  miriade di piccole pagode, templi, reliquari, padiglioni e statue, fanno da cornice  al possente stupa  centrale che si innalza per quasi cento metri, interamente ricoperto da lamine d’oro, ed  impreziosito di gemme e diamanti nell'ombrello sulla cima. Cena in ristorante tipico. Pernottamento in hotel a Yangon.

Prima colazione e proseguimento delle visite a Yangon: il centro con i suoi bei palazzi coloniali, il famoso Bogyoke Market e la colorata Chinatown. Rientro in hotel e cena. Trasferimento in aeroporto per il volo internazionale e partenza.


7 FEBBRAIO - Arrivo in Italia